Home page Notizie
Nel giorno del Trionfo dell’Ortodossia si son…

Nel giorno del Trionfo dell’Ortodossia si sono svolte processioni solenni nelle diocesi della Chiesa ortodossa ucraina

Processioni con numerosi partecipanti si sono svolte in varie diocesi della Chiesa ortodossa ucraina dopo le liturgie nella Domenica del Trionfo dell’Ortodossia il 21 marzo 2021. I partecipanti hanno pregato per la pace in Ucraina, la cessazione della pandemia del coronavirus, il benessere dello stato e del popolo ucraino, informa il portale “L’Ortodossia e la vita”.

Una delle processioni più numerose di partecipanti ha avuto luogo a Kharkiv. Il clero e i fedeli con una croce, stendardi e icone venerate, guidati dal metropolita Onufrij di Kharkiv e Bogoduhiv, sono passati dalla cattedrale dell’Annunciazione al monastero maschile di Pokrov (la Protezione della Madonna). In piazza del monastero è stato officiato un moleben.

Una processione con 5 000 partecipanti ha avuto luogo a Cherkasy. Alla processione, per la prima volta organizzata nella città in questo giorno, hanno partecipato l’arcivescovo Feodosij di Cherkasy e Kaniv, il vescovo Ioann di Zolotonosha, il clero e i parocchiani delle chiese diocesane, le igumene e le monache dei conventi. La processione è cominciata dalla cattedrale di San Michele Arcangelo. Alla testa della processione i sacerdoti portavano un’arca con reliquie, l’icona dlla Madre di Dio “Cherkasskaja”, le icone del santo martire Macario, del martire Daniele di Mliev, dei nuovi martiri e confessori di Cherkasy, altri oggetti sacri. I fedeli hanno pregato presso la cappella dei nuovi martiri e confessori di Cherkasy, davanti alla Croce delle vittime del Holodomor e delle repressioni politiche, presso la chiesa del Salvatore e davanti al monumento a San Luka di Crimea. La processione è stata conclusa con la preghiera dell’arcivescovo presso la cattedrale.

Diverse migliaia di fedeli hanno partecipato alla processione a Zaporizhzhia. Le reliquie principali della processione erano due icone miracolose della Madre di Dio - “Peschanskaja” portata appositamente dalla diocesi di Izjum della Chiesa ortodossa ucraina e “Samarskaja-Zaporozhskaja” sempre presente nella chiesa della Presentazione. La processione è stata guidata dal metropolita Luka di Zaporizhzhia e Melitopol’. I fedeli sono passati dalla chiesa dei santi principi Petr e Fevronija di Murom alla cattedrale arcivescovile di Pokrov. Portavano non solo delle reliquie, ma anche dei manifesti in difesa della Chiesa ortodossa ucraina e della loro fede.

La processione con tanta gente a Kremenchuk è stata guidata dal metropolita Mykolaj di Kremenchuk e Lubny. I fedeli con una croce e icone sono passati dalla chiesa della Santissima Trinità alla piazza della Vittoria, dove è stato officiato un moleben.

La processione solenne a Sumy è stata guidata dal metropolita Evlogij di Sumy e Okhtyrka. Cantando inni e preghiere, i fedeli sono passati dalla cattedrale della Trasfigurazione alla Croce nella piazza dell’Indipendenza. Dopo il moleben il metropolita ha cosparso la gente con l’acqua santa.

La processione a Berdians’k è stata guidata dall’arcivescovo Efrem di Berdians’k e Primorsk. Alla processione dalla chiesa di San Nicola alla cattedrale della Nascita di Cristo hanno partecipato centinaia di fedeli. Hanno portato con preghiera le icone della Madre di Dio particolarmente venerate nella diocesi di Berdians’k – “A tre mani di Berdians’k”, “Pochaevskaja”, “Pronto ascolto”, “Mietitrice di grano”, “Avgustovskaja”, “Dormizione della Madre di Dio”, “Di pane”, “Vladimirskaja”, “Regina di tutti”, “Kazanskaja” – e anche delle icone con reliquie dei santi.

I partecipanti alla processione a Kam’jans’ke, guidata dal metropolita Volodimir di Kam’jans’ke e Tsarichany, hanno portato per le vie della città molte icone e reliquari. Durante lo svolgimento della processione pregavano per la patria, la città natale e le autorità, si leggeva il Vangelo. Dopo la processione tutti i partecipanti hanno potuto baciare numerose reliquie.

La processione della diocesi di Moghiliv-Podil’s’kyi si è svolta nel distretto di Moghiliv-Podil’s’kyi della Provincia di Vinnytsia dalla chiesa di Paraskeva di Serbia del villaggio di Nemija alla Croce del villaggio di Bronnitsa. La processione è stata guidata dal metropolita Agapit di Moghiliv-Podil’s’kyi e Sharhorod. Dopo la processione il metropolita ha fatto gli auguri al clero e ai laici per la festa e li ha cosparsi con l’acqua santa.

Le processioni nella Domenica del Trionfo dell’Ortodossia hanno avuto luogo nelle diocesi della Chiesa ortodossa ucraina per la benedizione di Sua Beatitudine il metropolita Onufrij di Kyiv e di tutta l’Ucraina. Nel giorno festivo molte comunità hanno organizzato processioni attorno alle loro chiese. A causa del peggioramento della situazione epidemiologico-sanitaria nella maggioranza dei centri diocesani della Chiesa ortodossa ucraina le processioni sono state spostate al periodo dopo Pasqua. Per esempio, a Kyiv, a causa del lockdown, la processione è stata spostata dal 21 marzo a più tardi.

Поделиться:
Condoglianze di Sua Santità il Patriarca Kirill in occasione della morte dell’esponente cristiano indonesiano vescovo Soritua Nababan

10.05.2021

Messaggio pasquale del Patriarca KIRILL di Mosca e di tutta la Rus’ ai vescovi, sacerdoti, diaconi, monaci e tutti i fedeli della Chiesa ortodossa russa  

01.05.2021

Il Patriarca maronita ha ringraziato il Primate della Chiesa russa per la partecipazione al destino dei cristiani del Medio Oriente

13.04.2021

Discorso di Sua Santità il Patriarca Kirill alla riunione del Santo Sinodo il 13 aprile 2021

13.04.2021

La lettera di ringraziamento del Patriarca d’Etiopia Abuna Mattia al Primate della Chiesa ortodossa russa

12.04.2021

Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Il metropolita Hilarion: tanti uomini hanno perso la percezione della guerra come un male

09.05.2021

La schiavitù è un peccato, le cui conseguenze influenzeranno a lungo la vita negli Stati Uniti, pensa il metropolita Hilarion

25.04.2021

Il metropolita Hilarion ha commentato i temi trattati nel discorso del Presidente della Russia

25.04.2021

Il metropolita Hilarion ha ricevuto il Nunzio Apostolico in Russia

20.04.2021

Il metropolita Hilarion: facciamo il dialogo con altre confessioni per chiarirgli la nostra posizione

18.04.2021

Il metropolita Hilarion: il Patriarca Bartolomeo non vuole riconoscere il suo errore nella questione ucraina

17.04.2021

Il presidente del Decr ha inviato le condoglianze per la morte del Cardinale Edward Cassidy

12.04.2021

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio